torna alla home di dorislomoro.it

www.dorislomoro.it

SVIMEZ: LO MORO (PD), LA FORBICE TRA NORD E SUD SI ALLARGHERA’ ANCORA

Roma, 08 giu – “I dati diffusi oggi dall’istitut o Svimez lanciano l’allarme. Gli effetti depressivi che le manovre economiche hanno sul mezzogiorno sono devastanti e danno la visione di una forbice che si allargherà ancora, allontanando il meridione dal nord.
Svimez ci dice che nel 2012 il Pil avrà una contrazione dell’1,8% in Italia: -0,8% nel Centro Nord e -2,9% al Sud, ma la situazione è destinata a peggiorare l’anno prossimo. Tra le regioni meridionali la Calabria è quella a soffrire di più registrando una perdita di Pil pari -3,2%”.

Commenta così i dati diffusi oggi dalla Svimez, Doris Lo Moro, deputata del Partito Democratico.

“L’economia del Mezzogiorno è una situazione non più rinviabile pena il collasso di un intero Paese. D’altronde non si può continuare ad applicare misure omogenee a fronte di contesti profondamente diversi. Lasciando da parte le visioni di un’Italia divisa in due che hanno governato fino a poco fa, è importante capire che i destini dei nostri territori sono legati e se affonda il Sud, va giù l’Italia intera. La Calabria come tutto il Sud, soffre dal punto di vista economico di una mancanza di investimenti in termini di risorse e infrastrutture che ha una matrice fondamentale nella politica nazionale.

Il progressivo disinvestimento e isolamento al quale è stato relegato il Sud, oggi lo paghiamo in termini di Pil. Che fine ha fatto il piano sociale per il Sud annunciato un mese fa dal governo Monti? Partiamo da lì per invertire la rotta del nostro Paese”.

(AGENPARL)