torna alla home di dorislomoro.it

www.dorislomoro.it

SANITA’:LO MORO,DARE ATTENZIONE A CENTRO MEDICINA MIGRAZIONI

CATANZARO, 3 SET – ‘La Calabria deve fare i conti con la massiccia presenza di immigrati, con gli sbarchi di clandestini che continuano sulle nostre coste e con la presenza sul nostro territorio di strutture di accoglienza dove spesso gli extracomunitari permangono per lunghi periodi’. Lo afferma in una nota la parlamentare del Pd, Doris Lo Moro.
‘Si tratta – aggiunge – di un problema che coinvolge tutte le istituzioni, anche a prescindere dalle specifiche competenze e responsabilita’. Per certi versi, tra l’altro, la Calabria, che ha alle sue spalle l’orrore di Rosarno ma anche qualche caso ancora inesploso, si presenta come terra di accoglienza, in cui sono maturate sperimentazioni positive da non sottovalutare. In questo momento, mi preme richiamare l’attenzione del Presidente Scopelliti sul profilo sanitario del problema che e’ spesso sottaciuto e sottovalutato e rientra nella responsabilita’ della Regione. Proprio oggi i tredici afgani minorenni sbarcati sulla costa ionica dieci giorni fa ed affidati al Comune di Guardavalle sono stati accompagnati a Lamezia Terme presso il Centro della Medicina del Viaggiatore e delle Migrazioni per essere sottoposti ad una serie di controlli clinici per la verifica delle loro condizioni di salute’.
‘Lo stesso Centro, istituito da circa due anni, garantisce – prosegue Lo Moro – sul territorio, su cui insiste un Cie, un’accurata attivita’ di screening fondamentale per la salute dei singoli e per la collettivita’. Avendo fortemente creduto nell’importanza dell’iniziativa, la cui validita’ ha ottenuto riconoscimenti di rilievo nazionale, auspico una rapida risoluzione dei problemi logistici che il Centro, allocato in ambulatori inadeguati, presenta, la cui soluzione e’ stata da me e dall’on.le Livia Turco sollecitata piu’ volte anche nel recente passato.Una visita da parte del Presidente Scopelliti, alla quale mi piacerebbe partecipare, aiuterebbe senz’altro la soluzione dei problemi che sono assolutamente risibili a fronte di un’attivita’ encomiabile svolta nel Centro che, per le sue caratteristiche e per le sue funzioni, dovrebbe assumere un ruolo regionale’.
(ANSA).