torna alla home di dorislomoro.it

www.dorislomoro.it

Messaggio alla Presidente Commissione Pari Opportunità della Calabria

Mia cara Antonia,
non potrò essere presente alla conferenza stampa di stamattina 2 febbraio 2010 perché per oggi alla Camera è prevista la discussione sul disegno di legge del cd. “legittimo impedimento”.
Non voglio però perdere l’occasione di schierarmi accanto a te nella battaglia che stai conducendo.
Il Consiglio regionale della Calabria ha bisogno di un ampio rinnovamento e di una rinnovata legittimazione. E’ per questo che lottare per avere più donne in Consiglio è una necessità non solo delle donne ma dell’intera società calabrese.
Il rischio è che i consiglieri uscenti siano abbagliati dalla volontà di ritornare a occupare una postazione in Consiglio sia pure come consiglieri supplenti e che, in tale ottica, vedano come un pericolo la possibilità della doppia preferenza.
Bisogna insistere sul piano dei principi. Bisogna insistere per il bene di tutti.
Gli anni che ci lasciamo alle spalle sono tristi da ricordare sotto tanti profili. Ci sono stati momenti in cui il Consiglio regionale è sembrato impresentabile.
Portare in Consiglio più donne è sotto tale profilo una garanzia. E’ per questo che dall’esterno dobbiamo incoraggiare e dare forza alle donne presenti in Consiglio che sposeranno, come ha già fatto la Frascà, la doppia preferenza (un uomo, una donna).
Personalmente penso che sia anche il caso di battersi per eliminare la figura dei cd. consiglieri supplenti e dei sottosegretari. Non so come le modifiche normative introdotte di recente siano state avallate dal Governo centrale. Evidentemente c’era un interesse del centrodestra in tal senso. Ma trovo sbagliato che pseudo riforme di questo genere siano state votate dal centrosinistra.
La Calabria ha bisogno di concretezza, di maggiore etica pubblica, di discontinuità con il sistema clientelare. Ha bisogno di un forte e radicale cambiamento. Avere un Consiglio regionale con una massiccia e qualificata presenza femminile costituisce sicuramente una garanzia in tale direzione.
Da Presidente della Commissione regionale delle pari opportunità hai condotto tante battaglie, tutte giuste. Questa, se mi consenti, è la più impegnativa ma anche la più importante. Per portarla avanti con successo bisogna restare tutte unite, aldilà delle adesioni a partiti politici.
Va però sottolineato che oggi in Calabria la maggiore responsabilità è del centrosinistra che governa. E’ per questo che da parlamentare del PD mi sento di estendere l’appello alle donne anche ai consiglieri regionali del gruppo del PD che devono essere capaci di allontanarsi da mire personalistiche ed opportunistiche per sposare una battaglia di civiltà che garantisca nel Consiglio regionale, come già avviene negli organismi dirigenti del PD, una presenza il più possibile paritaria tra gli uomini e le donne che ci rappresentano.
Buona fortuna a tutte noi e alla Calabria!
Doris Lo Moro – parlamentare PD