torna alla home di dorislomoro.it

www.dorislomoro.it

MAFIA: PD, DIFENDEREMO AL SENATO NORMA STOP SUSSIDI A BOSS

ROMA, 28 OTT – ‘Grazie ad un lavoro sinergico dei deputati del Pd delle commissioni Lavoro, Affari costituzionali e Giustizia la revoca delle pensioni sociali, di invalidita’ e delle indennita’ di disoccupazione corrisposte dallo Stato ai condannati per mafia e terrorismo sara’ immediata’.

Lo dichiarano in una nota congiunta i capigruppo del Pd nelle commissioni Lavoro e Giustizia, Cesare Damiano e Donatella Ferranti e la deputata Doris Lo Moro segretario della commissione Affari costituzionali di Montecitorio dopo l’approvazione all’unanimita’ alla Camera.

‘Si tratta di un passo avanti verso la buona amministrazione della cosa pubblica – proseguono Damiano, Ferranti e Lo Moro – e un’attuazione di un sacrosanto principio di giustizia sociale.

Non saranno piu’ giustificati i ritardi amministrativi e burocratici che, com’e’ emerso in ultimo quest’estate, hanno consentito ad un boss del calibro di Giovanni Trapani, reggente della famiglia mafiosa Ficarazzi, di percepire 700 euro al mese come indennita’ di disoccupazione. La nostra azione ha riportato questa delicata normativa fuori da un contesto prettamente demagogico e dentro l’alveo costituzionale. Abbiamo contribuito direttamente con i nostri emendamenti ad individuare un procedimento snello, rapido ed efficace per consentire agli istituti di previdenza e assistenza, debitamente informati dall’autorita’ giudiziaria, di intervenire con immediatezza nell’accertamento dei requisiti e revocare l’erogazione indebita di prestazioni di carattere sociali a persone che si sono macchiate di gravi delitti di mafia o terrorismo. E’ anche questo un modo concreto per tutelare le esigenze di giustizia delle vittime di reati di cosi’ grave impatto sociale e evitare ingiusti sprechi’.

(ANSA)