torna alla home di dorislomoro.it

www.dorislomoro.it

Interrogazione a risposta scritta – Ministro della salute

Al Ministro della salute, al Ministro dell’economia e delle finanze.

Per sapere – premesso che:

la sanità calabrese è in atto commissariata e soggetta a piano di rientro, la cui verifica viene effettuata periodicamente presso il cosiddetto tavolo Massici, in cui sono coinvolti sia il Ministero della salute che il Ministero dell’economia e delle finanze;

secondo notizie pubblicate sulla stampa regionale, il chirurgo Riccardo Mazzitelli, che sarebbe legato da un rapporto di natura esclusiva con la casa di cura «Villa Caminiti» di Villa S. Giovanni (Reggio Calabria), avrebbe nel mese di settembre 2011 accettato di svolgere un incarico di consulenza presso il dipartimento di chirurgia dell’azienda ospedaliera «Bianchi-Morelli-Melacrino» di Reggio Calabria;

nel passato il Mazzitelli ha svolto la sua attività di chirurgo presso alcuni ospedali pubblici, tra cui gli ospedali riuniti di Reggio Calabria, dove lo stesso, a seguito della stipula di apposita convenzione, tornerebbe sia pure con il ruolo di consulente;

sempre stando alle notizie di stampa, il Mazzitelli svolgerebbe il predetto incarico per i casi più difficili e a titolo gratuito, con piena soddisfazione dell’attuale dirigente della struttura complessa, dottor Salvatore Costarella, oltre che del direttore generale dell’azienda, Carmelo Bellinvia e del presidente della giunta regionale e commissario, Giuseppe Scopelliti, che avrebbero tenuto sull’argomento apposita conferenza stampa;

con la stessa convenzione, l’azienda ospedaliera avrebbe assunto l’impegno di eseguire, su richiesta della casa di cura Villa Caminiti, per tutta la durata della convenzione e senza pretendere corrispettivi, prestazioni e forniture di emoderivati, esami istologici e microbiologici, per un importo massimo di 120mila euro l’anno;

il rapporto tra il chirurgo e l’azienda ospedaliera desta più di una perplessità, sia con riferimento all’assunzione dei rischi degli interventi eventualmente svolti con la supervisione del Mazzitelli da chirurghi inquadrati nell’organico dell’azienda ospedaliera, sia con riferimento ai termini della convenzione, che, a fronte di una consulenza non onerosa, pone a carico dell’azienda ospedaliera servizi onerosi a favore di una clinica privata per l’importo poco sopra quantificato -

se i Ministri interrogati siano a conoscenza di tale vicenda;

se sia stata valutata la compatibilità della convenzione con gli obblighi posti a carico della regione Calabria dal piano di rientro.

LO MORO (4-13602)