torna alla home di dorislomoro.it

www.dorislomoro.it

INTERROGAZIONE a risposta scritta – Ministro della salute

Al Ministro della salute, al Ministro delle infrastrutture e dei trasporti .

- Per sapere – premesso che:

con atto di sindacato ispettivo n. 4-11154, indirizzato al Ministro della salute e pubblicato in allegato al resoconto della seduta del 7 marzo 2011, si sollecitava, in particolare, «adeguata vigilanza sull’esecuzione dell’accordo di programma stralcio stipulato nel dicembre 2007» tra il Ministero della salute e la regione Calabria «per la costruzione dell’ospedale di Vibo Valentia» e di «altri tre nuovi ospedali (localizzati rispettivamente a Catanzaro, nella Sibaritide e nella piana di Gioia Tauro)» denunciando che «a distanza di oltre tre anni» dalla stipula dell’accordo e nonostante la dichiarazione dello stato di emergenza, con contestuale nomina di un commissario per la costruzione delle nuove strutture sanitarie, si era «lontani dall’avvio dei lavori»;

con successivo atto di sindacato ispettivo n. 4-12129, indirizzato al Ministro della salute e al Ministro delle infrastrutture e dei trasporti e pubblicato in allegato al resoconto della seduta del 30 maggio 2011, avendo il commissario e presidente Scopelliti dato notizia di un protocollo d’intesa stipulato con la regione Lombardia, con cui si prevedeva l’utilizzo di Infrastrutture Lombarde s.p.a. per la realizzazione dei nuovi ospedali calabresi, si richiamava l’attenzione del Governo sulle scelte effettuate, sollevando gravi e motivate perplessità sulla compatibilità con il piano di rientro e con la normativa vigente e le regole del mercato;

si è ancora in attesa della risposta scritta ad entrambe le interrogazioni sopra richiamate;

nel frattempo nel merito dell’atto stipulato tra le due regioni (Calabria e Lombardia), si è pronunciata l’autorità garante della concorrenza e del mercato, che, stando a recenti notizie di agenzia, che hanno diffuso i commenti della CGIL calabrese e del Consiglio nazionale degli architetti, ha «espresso dubbi sulla legittimità della convenzione stipulata fra le Regioni Calabria e Lombardia attraverso la consulenza della società Infrastrutture Lombarde (Ilspa) per la realizzazione dei nuovi ospedali di Vibo, Catanzaro, Sibaritide e Piana di Gioia Tauro». L’Autorità avrebbe, in particolare, «definito la convenzione distorta e lesiva del corretto funzionamento del mercato in quanto si concretizza in un affidamento diretto ad Ilspa di attività che vanno a beneficio di un altro soggetto pubblico, la Stazione unica appaltante, in violazione dell’articolo 13 della legge 248 del 2006» -:

se i Ministri interrogati siano a conoscenza del parere espresso dall’autorità garante della concorrenza e del mercato;

se e come intendano intervenire nella vicenda che ha come protagoniste due regioni, di cui una (la Calabria), allo stato soggetta a commissariamento e piano di rientro nel settore sanitario;

se non ritengano necessaria maggiore tempestività nell’attività di vigilanza di competenza del Governo.

LO MORO (4-13451)