torna alla home di dorislomoro.it

www.dorislomoro.it

GIUSTIZIA.LO MORO: NESSUNA SPACCATURA NEL PD, MA CSM NON E’ TABU’

Roma, 15 apr. – “Io sono un giudice e non sono contraria alle proposte di Orlando anche se il documento non l’ho potuto firmare perche’ non me lo hanno sottoposto”. Cosi’ Doris Lo Moro, deputata del Pd della commissione Affari costituzionali, ai microfoni di ‘Radio Radicale’.
Continua Lo Moro: “Il nuovo responsabile giustizia del mio partito, Andrea Orlando, ha fatto quello che chiediamo al Pd e cioe’ di battere un colpo, di esserci sulla giustizia, sui temi che interessano il nostro Paese”.
L’esponente Pd, in merito alla polemica interna scatenata da Bachelet, replica che “non esista un caso Orlando, ma solo una serie di equivoci”.
Orlando avrebbe, aggiunge Lo Moro, palesato “che noi siamo disposti a lavorare a progetti di riforma, a fare modifiche sostanziali, ma senza toccare la Costituzione”.
Insomma, nessuna spaccatura nel Pd sulla giustizia che punta “a intervenire su questioni opportune come l’efficienza, la riorganizzazione e l’organico”, precisa l’esponente democratica.
Precisa pero’ Lo Moro: “Un’altra questione e’ il Csm. Non puo’ essere un tabu’, il peso delle correnti lo avvertono anche i magistrati, lo avvertivo anche io. Anche nell’assegnazione degli incarichi direttivi- conclude- c’e’ un peso eccessivo delle correnti, quindi va rivisto il meccanismo per restituire credibilita’ al Consiglio superiore, che va difeso ma non considerato intangibile”.
(DIRE)