torna alla home di dorislomoro.it

www.dorislomoro.it

Democrazia paritaria: le donne sono determinanti per il futuro dell’Europa

Roma, 17 settembre 2012

Nell’ambito della conferenza, “Eccellenze Femminili. Una scelta di qualità”, promossa dalla Friedrich Ebert Stiftung e dalla Conferenza Donne Pd tenutasi a Roma il 17 settembre 2012 alla presenza di rappresentanti parlamentari di Pd ed Spd dichiariamo quanto segue:

Vogliamo uscire dalla crisi creando nuove opportunità.

Vogliamo dare impulso al processo di integrazione europea.


Vogliamo una partecipazione paritaria delle donne e degli uomini a tutti i livelli e in tutti i processi decisionali della politica senza la quale la democrazia resta incompiuta.

Lavoreremo per costruire una società in cui donne ed uomini condividano in maniera paritaria lavoro, carriera e responsabilità familiari.

I Paesi in crisi hanno urgente bisogno di una prospettiva di crescita, che deve rappresentare ora il principale compito dell’Unione Europea. In questo contesto, servono investimenti nell’educazione e nella ricerca, nella lotta alla disoccupazione giovanile e nella promozione dell’occupazione femminile.

Le misure di austerità adottate, a fronte di una crisi economico-finanziaria che ha investito l’Europa, non hanno contribuito a risolverla, bensì ad acuirla, in particolar modo i tagli al sociale hanno colpito particolarmente le donne.

Le necessarie misure di risparmio devono tener conto della parità di genere. Le entrate pubbliche devono essere integrate da una maggiore partecipazione dei grandi patrimoni e degli alti redditi e deve essere attuata una regolamentazione duratura dei mercati finanziari.

Solo con una coerente politica di genere possiamo realizzare il futuro dell’Europa e dei nostri due Paesi: senza uguaglianza non esiste alcuno sviluppo duraturo e neanche alcuna giustizia sociale in Europa.

Proponiamo diverse iniziative legislative europee:
– accesso paritario al mercato del lavoro;
- affermazione della parità salariale fra donne e uomini;
- riduzione dell’occupazione precaria favorendo un lavoro che assicuri garanzie sociali ed esistenziali;
- quote che garantiscano un aumento della rappresentanza femminile nei consigli d’amministrazione e di vigilanza;

Per questo ci impegniamo:
- per ottenere a tutti i livelli (comunale, regionale, nazionale ed europeo) leggi elettorali che consentano un’equa ripartizione dei seggi fra donne e uomini;


- per raggiungere la piena partecipazione delle donne all’ulteriore sviluppo dell’Unione Europea. Per questo bisogna garantire che sia il Parlamento Europeo che i Parlamenti nazionali consentano alle donne e agli uomini di partecipare in maniera paritaria alle future trattative.

I sistemi di innovazione ben funzionanti e l’uguaglianza fra i generi sono la chiave per una crescita socialmente equa e duratura.

Per l’Italia
Sesa Amici, Camera dei Deputati
Susanna Cenni, Camera dei Deputati
Doris Lo Moro, Camera dei Deputati
Federica Mogherini Rebesani, Camera dei Deputati
Delia Murer, Camera dei Deputati
Vittoria Franco, Senato della Repubblica
Rita Ghedini, Senato della Repubblica
Francesca Marinaro, Senato della Repubblica
Roberta Agostini, Portavoce Donne PD
Pia Locatelli, Presidente Internazionale Socialista Donne

Per la Germania
Ulla Burchardt, Deutscher Bundestag
Caren Marks, Deutscher Bundestag
Elke Ferner, Deutscher Bundestag