torna alla home di dorislomoro.it

www.dorislomoro.it

CALABRIA: LO MORO (PD), FERMARE IL PIANO CASA ILLEGITTIMO

CATANZARO, 13 MAR – ”Il Piano Casa 2 approvato dal Consiglio regionale con la legge 7 del 10 febbraio 2012 è afflitto da gravi illegittimità costituzionali perché invade il campo di operatività di norme nazionali di principio e di riserve statali con norme che consentono trasformazioni del territorio a prescindere dagli strumenti di pianificazione urbanistica, abrogano i regimi di salvaguardia e sottraggono competenze ai Comuni”.

Lo afferma, in una nota, la deputata del Pd Doris Lo Moro che ha presentato sull’argomento un’interrogazione sottoscritta da tutti i deputati del suo partito eletti in Calabria in cui si chiede al Ministro degli Affari Regionali di impugnare la normativa davanti la Corte Costituzionale.

”Tale legge – aggiunge – rischia di generare un’espansione edilizia incontrollata, in una regione già gravata da un elevato consumo del suolo, da un numero elevatissimo di abitazioni non occupate, da un abusivismo dilagante e da carenze di adeguati servizi e standard urbanistici, criticità che vengono drammaticamente accentuate dal Piano Casa. Solo ieri, la stampa dava contro delle attività dell’agenzia del Demanio : tra le prime cinque province per incidenza del fenomeno delle ‘case fantasma’ si piazzano Cosenza e Reggio entrambe con più di 36 mila immobili fantasma. I rilievi sul Piano Casa 2 sono già stati evidenziati dai gruppi di opposizione in Consiglio regionale e in particolare dal gruppo consiliare del Partito democratico che ha inviato un corposo dossier al Ministro in cui si illustrano in maniera analitica i possibili profili di incostituzionalita’ del provvedimento”.

”Per noi è importante che quanto denunciato sia esattamente valutato. E’ per questo – conclude Lo Moro – che abbiamo raccolto e portato alla Camera la denuncia del gruppo consiliare regionale del Pd, sostenuta dall’intero partito calabrese”.
(ANSA).